venerdì 24 marzo 2017

Recensione : La casa delle foglie rosse di Paullina Simons


Prezzo: € 14,90
E-book : € 6,99
Pagine: 380
Editore: Harper Collins Italia
Genere: Thriller


Conni, Albert e Jim sono inseparabili fin dal primo anno di università: vivono, studiano e giocano a basket insieme, legati da un'amicizia totalizzante che ruota intorno all'anima del loro gruppo, la bellissima Kristina Kim, ma che negli ultimi tempi inizia a dare segni di cedimento. Quando il corpo di Kristina viene trovato nudo e semisepolto dalla neve nei boschi che circondano il college, tocca a Spencer O'Malley far luce sulle circostanze poco chiare di una morte che lo turba profondamente, forse per via dell'istintiva affinità che ha provato nei confronti della vittima nel momento stesso in cui l'ha conosciuta, pochi giorni prima. Com'è possibile che nessuno di quegli amici così stretti abbia denunciato la sua scomparsa? O'Malley è sicuro che la chiave di tutto sia lì, nei rapporti intricati e per certi versi inquietanti tra i quattro ragazzi, e le sue domande insistenti portano alla luce una rete di segreti, gelosie, reticenze e mezze verità che vanno ricomposti pezzo per pezzo, come un puzzle misterioso e complesso in cui ogni rivelazione è più scioccante della precedente. 

Un romanzo claustrofobico e inquietante, in cui le menzogne vengono smascherate a poco a poco rivelando la fragilità della natura umana.

Nel campus universitario si sa che gli studenti vivono come in una grande famiglia. I quattro protagonisti sono grandi amici , si considerano una piccola famiglia e formano anche due coppie di innamorati. 
Mah! 
Mah già dalle prime pagine emerge una situazione anomala. 
Le coppie risultano "male assortite". 
Kristina sembra elemosinare l'attenzione di Jim, ma Jim tiene più in considerazione Connie di lei.
Connie è gelosissima di Albert ma quest'ultimo si preoccupa di ciò che prova Kristina se ha mangiato, se dorme abbastanza e le sta accanto come un'ombra.
Kristina poi sembra all'apparenza una ragazza semplice e senza pretese ma emerge che la sua vita non è affatto semplice e ha molti segreti.
Quando troveranno il suo cadavere cominceranno ad emergere le dinamiche più insospettabili. 
Chi ha ucciso Kristina? Il detective O'Malley è sicuro che sia stato proprio uno dei suoi amici o addirittura il fidanzato e comincerà ad indagare.
Amici che poi non erano così amici, fidanzati distratti e svogliati, famiglie che vogliono solo salvare le apparenze a discapito dei figli, tradimenti spudorati e bugie frequenti.
La trama è originale e ben sviluppata. 
L'autrice riesce a far scoprire i vari lati oscuri dei personaggi rendendoli veri e fallibili tenendo alta l'attenzione del lettore sino alla fine.
Il libro scorre veloce e non mancano piccoli colpi di scena e scoperte sconcertanti. 
In questo libro si ha la prova che l'animo umano ha molto buio dentro e che tutti potrebbero commettere azioni disdicevoli per raggiungere il proprio obiettivo.
Il finale purtroppo mi ha deluso, non per come si è svolto ma per come dopo pagine e pagine di tensione si sia risolto in una paginetta smilza.
Nel complesso lo consiglio vivamente agli amanti dei thriller psicologici e adorano la Simons che anche questa volta non delude.



Novità : Segui il tuo respiro di Max De Stefanis



"SEGUI IL TUO RESPIRO"
IL NUOVO ROMANZO DI MAX DE STEFANIS:

tra visioni distopiche e scenari apocalittici

È in libreria il nuovo romanzo dello scrittore e cantautore svizzero Max De Stefanis, edito da Mjm e distribuito in Svizzera e in Italia.

Da oggi disponibile anche on line nei maggiori store:


Guarda il video-teaser qui:

«Segui il tuo respiro" non è solo un romanzo, ma in primo luogo un'esperienza assolutamente sconvolgente, paragonabile a quella di chi si trova sopra un treno lanciato a tutta velocità a causa della rottura dei freni e deve decidere se buttarsi fuori, sperando di salvarsi, oppure accettare il proprio destino, raggomitolandosi in posizione fetale per prepararsi allo schianto»

Così Max De Stefanis descrive la sua ultima fatica letteraria, che a pochi anni di distanza dal libro di esordio "Show Surprise" (2013), consacra l'autore al filone del genere distopico.
Suspense e mistero, introspezione ed erotismo, ma anche ironia, provocazione e critica sociale sono gli elementi che fanno di "Segui il tuo respiro" un'opera innovativa e destabilizzante, dove trovano spazio lungimiranti riflessioni sulla società contemporanea e sulle insidie dell'avanzamento tecnologico, con le inevitabili ripercussioni sulle relazioni umane e sui valori annessi.
Al centro della storia, ambientata tra il 2022 e il 2023, ci sono le vicende di Ivan Manzato, professione FPA, ovvero funeral planning agent, che stanco della routine quotidiana cercherà di dare una svolta alla propria esistenza. Determinante, in questo senso, sarà l'incontro con la misteriosa Coline, con la quale Ivan scoprirà l'amore e si troverà ad affrontare accadimenti imprevedibili che sveleranno di volta in volta inaspettati e inquietanti retroscena.

«”Segui il tuo respiro” nasce dall'idea di raccontare il mondo che ci circonda attraverso le vicende dei due protagonisti, mettendo l'accento sulle relazioni tra le persone, sui sentimenti e sull'eros, in un contesto sociale caratterizzato dalla rapidità e dalla superficialità dei rapporti» spiega l'autore, «Non è facile, però, raccontare il presente in cui si è immersi. Per questo motivo la storia è ambientata in un futuro prossimo, in quanto la"sfasatura" temporale permette di accentuare alcune tendenze sociali attuali, in alcuni casi drammatizzandole, allo scopo di indurre il lettore a riflettere. Allo stesso modo, amo servirmi della distopia per estremizzare alcuni degli aspetti più inquietanti della nostra era, in primis il controllo e la manipolazione mediatica e culturale a cui siamo soggetti quotidianamente e che rischia di trasformare le nostre vite in un grottesco reality horror».

Il nodo gordiano, attorno al quale si sviluppa il plot del romanzo è l'ambivalenza dell'evoluzione tecnologica, che se da un lato ci porta a prefigurare lo sviluppo in un prossimo futuro, di un'intelligenza artificiale incredibilmente evoluta, dall'altro potrebbe mettere in discussione il nostro primato sociale in quanto esseri umani e la nostra capacità di discernimento sulle conseguenze e sui limiti etici del "progresso".
Da questa tematica chiave prendono forma, nella narrazione, diversi spunti di riflessione legati al transumanesimo, ai nuovi orizzonti aperti dalle biotecnologie, nonché all'attualissimo dibattito sull'alimentazione alternativa. Al tempo stesso emergono gli aspetti degenerativi della distrazione di massa, dell'amore digitale e delle derive del capitalismo.
Nell'era dei consumi, della produttività e dell'efficienza, l'autore ci sprona a meditare sulla necessità di compiere una vera e propria "rivoluzione copernicana" nei confronti di uno stile di vita che rischia di annientarci. Celato tra le pagine, e rimarcato dal drammatico epilogo del romanzo, c'è un invito a fermarsi, laddove il mondo corre senza sosta, per recuperare la dimensione che più ci appartiene, dove riappropriarci del "nostro respiro" significa tornare all'essenziale consapevolezza di ciò che ci rende vivi e liberi, semplicemente umani.

QUARTA DI COPERTINA
Una storia d'amore sconvolgente, in cui le identità sessuali sono rimesse in discussione. Una vicenda ricca di imprevisti, tra esperimenti alimentari e biotecnologici estremi che sfociano in un reality horror dai sapori kinghiani, dove non vige più la legge del più forte, ma la forza della mente meditativa, capace di lasciare andare.

NOTE BIOGRAFICHE

Max De Stefanis è uno scrittore e cantautore svizzero. I principali temi affrontati nelle sue opere sono le trasformazioni e le derive adolescenziali, l'homo technologicus e gli scenari distopici connessi, la critica nei confronti dell'industria culturale e, in chiave più propositiva, la prefigurazione di una società più consapevole, compassionevole e illuminata. Max è anche docente di scuola media. In questo ambito, da diversi anni propone progetti mediatici, tecnologici e teatrali a partire da laboratori di scrittura creativa. Infine, da oltre venticinque anni pratica la meditazione buddhista e da diverso tempo si occupa di terapie olistiche (riflessologia, cromopuntura, massaoterapia).

Per approfondimenti si veda: http://www.maxdestefanis.ch

Novità Armenia : La mente del cane di Bruce Fogle

Come nascono i pensieri, le emozioni e l'intelligenza del vostro cane
autore: Bruce Fogle
editore: Armenia | collana: Sentieri
pp. 286 | formato: 14 x 21 cm
prezzo: € 15,00


"Per me la mente del cane è una funzione del suo cervello, dell'evoluzione, della genetica, dei sensi, degli ormoni e dell'apprendimento e parlerò di ciascuna di queste influenze [..]. La mente può provare esultanza o depressione, rabbia, tristezza, sete o fame, dolore e allegrezza. I cani sono esseri sensibili, consci del proprio temperamento. Possiedono un'intelligenza esattamente come noi, ed è per questo che ho impiegato questa parola [...] Non si tratta di una definizione da dizionario ma piuttosto di una definizione mia ed è basata sulla differenza esistente tra oggettività e soggettività [...]."

Bruce Fogle
dall'introduzione di "La mente del cane"
Il libro si rivolge a tutti coloro che desiderano conoscere meglio il loro cane, in modo da venire incontro alle sue esigenze e vivere nel modo migliore il rapporto unico, ma al contempo delicato, che si instaura tra cane e proprietario. Il testo, strutturato in due parti, analizza: l'anatomia, la fisiologia e la psicologia della mente del cane, attraverso l'esame dei comportamenti sociali, come l'aggressività e la vita in branco, oltre ai temi complessi quali il rapporto con il cibo, le paure, il sesso, la relazione con i cuccioli.
Bruce Fogle, unendo la sua esperienza di veterinario a uno studio approfondito della psicologia canina, offre al lettore un saggio leggero, di piacevole lettura, ma allo stesso tempo ricco di informazioni scientificheteorie verificate e comprovate da una lunga esperienza sul campo.

Si parte dalle origini della specie, con l'analisi delle diverse razze di lupi antenati, per esaminare poi le interazioni uomo/lupo/cane che hanno portato a una serie di modifiche morfologiche e comportamentali di colui che è diventato col tempo il migliore amico dell'uomo. L'autore definisce la mente del cane come il risultato di una serie di componenti, un mix di istinto, genetica, evoluzione e allevamento selettivo, a cui si aggiunge l'influenza degli ormoni e dell'imprinting materno. Senza considerare le variabili legate alla malattia e all'etàUn equilibrio tra molteplici fattori, che genera un risultato assai complesso e delicato, non semplice da afferrare in ogni suo dettaglio, ma che certamente può essere studiato e compreso secondo principi logici.

Una prima parte del libro, scientifica e analitica, restituisce una scansione completa degli aspetti anatomici e fisiologici del cane: genetica, struttura e funzionamento del cervello, sviluppo e utilizzo dei sensicomponenteormonale. Dopo un capitolo dedicato alle tecniche di comunicazione del cane, segue un'ampia sezione, la più consistente, che ne racconta la psicologia e i comportamenti, dalla nascita, al rapporto con la madre e poi con gli altri componenti del branco. Educazione, apprendimento, trattamento delle paure e dei comportamenti aggressiviistinti protettivi, predazione, esplorazione, stati di ansia e di eccitazione, sterilizzazione, ma anche cibo e comportamenti di defecazione: tutto viene passato al vaglio in un'analisi esaustiva che soddisfa ogni curiosità.
Bruce Fogle, veterinario impegnato ormai da molti anni nello studio del comportamento animale, tiene conferenze, cura programmi televisivi e scrive libri. In questo saggio di piacevole lettura espone tutte le principali teorie sulla psicologia canina.

Libri da Mangiare [Novità] : Mister Boy di Valerio Braschi

IL LIBRO DEL VINCITORE DI MASTERCHEF

VALERIO BRASCHI

MYSTERY BOY

La mia idea di cucina in 100 ricette 

Pag. 224 - Prezzo €20

 

«Cosa farò da grande non lo so ancora. Però ai tanti giovani là fuori, così simili a me e a cui magari sono stati tolti di mano mestoli e coltelli a vantaggio di una carriera più o meno certa, vorrei dire: "Andate, cucinate! Fate i vostri piatti. Sentitevi liberi, non vi servono permessi per mettere una padella sul fuoco. Studiate, imparate, copiate, migliorate. Prendete a prestito. Provate, sbagliate e riprovate ancora. Assaggiate, conoscete.
E date la paga a tutti."»

Esiste forse una mistery box più grande della cucina? Vai al ristorante, sei emozionato da quello che vedi, ma il momento in cui ti porgono il menu è forse il migliore di tutti. Perché  già il solo immaginare i piatti partendo dagli ingredienti ti esalta, anticipandoti le sensazioni che proverai, e dopo non è detto che sia ancora così, all’altezza delle tue aspettative. Quando iniziano ad arrivare i piatti ne osservi forma, colore, contenuto, li annusi prima ancora di assaggiarli. E una volta finito di mangiare, se è stata un’ottima cena ti ritrovi a pensare che è come se ti avessero appena raccontato una bellissima storia, piena di vita e di emozione. E pensi, be’, che cosa sono le ricette se non scatole dei misteri che passo dopo passo cercano di svelarti un mistero ancora più grande? È a questa domanda che ho provato a dare una risposta con il mio menu della finale, con i miei piatti, con le mie ricette, con questo libro.
Valerio Braschi

Valerio Braschi è nato nel 1997 (sì, avete letto proprio bene, millenovecentonovantasette!) a Cesena, e vive con la sua famiglia a Santarcangelo di Romagna, in provincia di Rimini. Sarà, almeno per qualche mese ancora, uno studente, ma il suo sogno più grande è diventare uno dei migliori chef al mondo. È ancora giovane ma le sue idee sono chiarissime, e un primo passo verso questo suo obiettivo lo ha già compiuto: è il sesto vincitore di Masterchef Italia.

giovedì 23 marzo 2017

Books&Babies :[Novità] Orecchio Acerbo presenta '45 di Maurizio A.C. Quarello



IN LIBRERIA DAL 23 MARZO

‘45 di Maurizio A. C. Quarello
96 pagine a colori, 19 euro

Vita da partigiani

Un altro inverno, e gli Alleati ancora non sono arrivati. Sui monti del nord dell’Italia le bande partigiane si vanno ingrossando dei giovani che rifiutano di arruolarsi nelle fila della Repubblica di Salò e fuggono dalle deportazioni in Germania. Le azioni partigiane si fanno sempre più audaci, contro i repubblichini, contro i tedeschi. Più numerosi anche i rastrellamenti, più feroci le rappresaglie. Poi, finalmente, l’ordine dell’insurrezione. Tutti a valle, per unirsi ai nuclei cittadini, agli operai in rivolta.
Per riscattarsi dal fascismo, per liberarsi dai tedeschi prim’ancora dell’arrivo degli Alleati. E intrecciata alla grande storia, quella minuta di Maria. Delle sue apprensioni per il marito partigiano e per il figlio alpino in Russia; della sua paura per i soldati della Wehrmacht che le piombano in casa; della sua gioia per la Liberazione e per il ritorno del figlio; della pietà per quel soldato tedesco ora vinto e prigioniero.
Un diario di sole immagini per ricordare racconti orali.



Ai ricordi di Maria e Maurizio, suoi nonni, Maurizio Quarello ha attinto per disegnare ’45. E a loro l’ha dedicato. È il suo trentaquattresimo libro, o il trentacinquesimo neppure lo ricorda, da quando nel 2005 ha pubblicato il primo.
Nato nel 1974 a Torino, ha studiato grafica, architettura e illustrazione. Dal 2004
ha cominciato a dedicarsi all’illustrazione per l’infanzia, e una dopo l’altra ha pubblicato con le più interessanti case editrici europee. I suoi originali sono esposti nelle gallerie di tutto il mondo, mentre i suoi libri hanno ricevuto così tanti premi che è difficile anche solo elencarne una parte. Nel catalogo orecchio acerbo “Frantz e il Golem” di Irène Cohen-Janca; “L’ultimo viaggio” di Irène Cohen-Janca (2015); “Fuorigioco” di Fabrizio Silei (2014); “Mio padre, il grande pirata” di Davide Calì (2013); “Il grande cavallo blu” di Irène Cohen-Janca (2012); “Janet la storta” di R. L. Stevenson (2012); “Effetti collaterali” (2011); “L’autobus di Rosa” di Fabrizio Silei (2011); “L’albero di Anne” di Irène Cohen-Janca (2010); “Toni Mannaro Jazz Band” di Manuela Salvi (2006), “Babau cerca casa” (2005), suo libro d’esordio nel mondo della letteratura per l’infanzia.

[BlogTour] Tredici di Jay Asher: Tappa #2 - Recensione


A breve prenderà il via una nuova serie TV tratta dal libro Tredici di Jay Asher e per questa nuova la Mondadori ha deciso di ripubblicarne il libro in una nuova fantastica edizione. 
In questa tappa troverete la mia recensione di questo libro davvero fantastico!

"Non puoi bloccare il futuro. Non puoi riavvolgere il passato. L'unico modo per scoprire la verità... è premere Play"

Prezzo: € 17,00
E-book: € 6,99
Pagine: 229
Editore: Mondadori
Genere: YA


"Ciao a tutti. Spero per voi che siate pronti, perché sto per raccontarvi la storia della mia vita. O meglio, come mai è finita. E se state ascoltando queste cassette è perché voi siete una delle ragioni. Non vi dirò quale nastro vi chiamerà in causa. Ma non preoccupatevi, se avete ricevuto questo bel pacco regalo, prima o poi il vostro nome salterà fuori... Ve lo prometto." Quando Clay Jensen ascolta il primo dei nastri che qualcuno ha lasciato per lui davanti alla porta di casa non può credere alle sue orecchie. La voce che gli sta parlando appartiene ad Hannah, la ragazza di cui è innamorato dalla prima liceo, la stessa che si è suicidata soltanto un paio di settimane prima. Clay è sconvolto, da un lato non vorrebbe avere nulla a che fare con quei nastri. Hannah è morta, e i suoi segreti dovrebbero essere sepolti con lei. Ma dall'altro, il desiderio di scoprire quale ruolo ha avuto lui nella vicenda è troppo forte. Per tutta la notte, quindi, guidato dalla voce della ragazza, Clay ripercorre gli episodi che hanno segnato la sua vita e determinato, in un drammatico effetto valanga, la scelta di privarsene. Tredici motivi, tredici storie che coinvolgono Clay e alcuni dei suoi compagni di scuola e che, una volta ascoltati, sconvolgeranno per sempre le loro esistenze.

Non è facile parlare di questo libro, non è facile mettere nero su bianco ciò che questo libro mi ha lasciato una volta che sono arrivata all'ultima pagina e l'ho richiuso, riponendo i suoi segreti in libreria. 
Alcuni hanno definito 13 un thriller psicologico, in realtà è un fantastico Young Adult che parla ai ragazzi di problemi di ragazzi e lo fa in maniera originale, mostrando il mondo di Hannah e come ha vissuto quello che le stava capitando, fino al punto in cui non è più riuscita ad accettarlo.
Di solito quando si inizia un nuovo libro serve sempre un pochino di tempo per capire se ci sta piacendo e se ci coinvolge, con 13 questo non avviene, perché bastano pochissime righe per sentire immediatamente la curiosità farsi strada e si finisce così per seguire l'esempio di Clay, il protagonista, diventando dipendenti alle cassette di Hannah, bisognosi di capire sia perché Clay è sulla lista sia cosa è accaduto di tanto grave da spingere Hannah ad un gesto tanto estremo.
Vi basterà leggere la trama per capire che Tredici non è un libro leggero, spensierato e vi assicuro che Jay Asher ci è andato giù pesante, soprattutto con le descrizioni sia degli eventi sia delle emozioni provate da Clay e soprattutto da Hannah.
7 cassette e tredici storie, ognuna legata ai compagni di scuola di Hannah e Clay, ogni storia porta con se il sapore amaro dei pettegolezzi, della cattiveria gratuita e della violenza psicologica e fisica a cui a volte i giovani vengono sottoposti.
Nulla viene celato, non avrete tempo di farvi domande e non avrete mai dubbi su ciò che accade pagina dopo pagina, perché Asher non ha voluto risparmiare nulla al lettore e lo catapulta con forza e brutalità nella vita di Hannah.
Ogni capitolo è legato ad un lato di ogni cassetta e durante la lettura si ha l'impressione di esser tutt'uno con Clay, come se fossimo accanto a lui mentre ascolta i nastri raggiungendo i luoghi indicati sulla mappa fornitagli insieme alle cassette.
Rumors, pettegolezzi, gossip: la cattiveria ha mille nomi, mille maschere e in Tredici ci viene mostrato un mondo fatto di apparenze, dove c'è chi si vuol far bello e finisce per calpestare e ferire una persona innocente, rovinandogli la vita, facendogli perdere la speranza nel futuro, perché da un piccolo pettegolezzo poi ne nascono altri, come una valanga che man mano che scende prende velocità e diventa sempre più grande, inarrestabile e distruttrice.
Tredici fa riflettere dall'inizio alla fine, sul finale poi conferma una volta di più che è una lettura perfetta sia per adolescenti sia per adulti e che tratta temi che potrebbero coinvolgere anche i nostri figli o nipoti.
Asher usa un linguaggio semplice, tipico degli adolescenti e che rende la lettura ancora più scorrevole, il modo di raccontare la storia poi incuriosisce, tanto che spesso quando Clay stoppa l'ascolto viene voglia di premere immediatamente Play. L'originalità di questo libro sta sicuramente nel modo in cui l'autore racconta i fatti e questo fa diventare il lettore morboso, curioso, bisognoso di arrivare alla fine, ma una volta finita anche l'ultima cassetta ritornare alla realtà sarà difficile.
Tredici è un libro che fa venir voglia di leggerlo, che tiene il lettore costantemente in tensione e con il fiato sospeso e che dall'inizio alla fine non lo delude mai: un libro da leggere senza pensarci due volte!
























Di seguito trovate il calendario con tutte le tappe di questo BlogTour






mercoledì 22 marzo 2017

WWW Wednesday #5 - 2017


Buon Mercoledì Lettori,

come procedono le letture? Io settimana scorsa sono stata malata e così ho finito per leggere più del solito.

Probabilmente questa settimana ricomincerò ad arrancare, ma per ora mi godo questo momento di gloria librosa :)



Che cosa stai leggendo in questo momento?



Li stavo attendendo entrambi, tra l'altro Carry on sarà il mio primo libro di genere MM e sono proprio tanto curiosa!!



Che cosa hai appena finito di leggere?


L'ho detto che mi ero data da fare :) Tutte letture che mi sono piaciute moltissimo e di cui troverete presto tutte le recensioni sul blog!


Che cosa pensi di leggere dopo?

Non lo so proprio, credo che farò decidere al caso sorteggiando il prossimo libro :) Mi raccomando aspetto un resoconto completo delle vostre letture e lasciate i vostri link nei commenti così poi posso passare da voi!